Come Installare Jitsi Meet su Ubuntu

Introduzione Jitsi Meet è una software per effettuare videoconferenze gratuito e open source con moltissime funzionalità comunemente trovate in servizi premium a pagamento, come alta qualità audio e privacy di […]

Avatar di GB Factory
GB Factory 1 Gennaio 2022

Introduzione

Jitsi Meet è una software per effettuare videoconferenze gratuito e open source con moltissime funzionalità comunemente trovate in servizi premium a pagamento, come alta qualità audio e privacy di alto livello.

come installare jitsi meet su ubuntu Logo Jitsi Meet

In questa guida vedremo Come Installare Jitsi Meet su Ubuntu server. Possono essere utilizzate tutte le ultime versioni del sistema operativo, anche se è consigliabile aggiornare all'ultima disponibile.

Prerequisiti

Per la configurazione iniziale del server puoi seguire la guida sulla configurazione iniziale di un Server Ubuntu.

  • Un server con Ubuntu installato con un IP pubblico, come 210.253.191.33.
  • Un utente con i privilegi sudo.
  • Un dominio che punta all'IP pubblico del server, come jitsi.esempio.it.

Attenzione: durante la guida ricordati di sostituire tutti i valori di esempio con quelli che si applicano realmente al tuo caso.

Creare una Partizione di Swap

Per un server con 2GB di memoria si consiglia di creare una partizione di swap di 2GB (2048MB) per migliorare le prestazioni del sistema.

sudo dd if=/dev/zero of=/swapfile count=2048 bs=1M
sudo chmod 600 /swapfile
sudo mkswap /swapfile
sudo swapon /swapfile
echo '/swapfile   none    swap    sw    0   0' | sudo tee -a /etc/fstab
free -m

Se stai utilizzando un server con una quantità di memoria diversa, la dimensione della partizione di swap potrebbe variare.

Impostare il Dominio

È necessario impostare un hostname e un FQDN (Nome di dominio non ambiguo) per il server prima di poter abilitare le connessioni tramite HTTPS installando un certificato Let's Encrypt.

Come prima cosa impostiamo l'hostname jitsi per il nostro server:

sudo hostnamectl set-hostname jitsi

Ora impostiamo il FQDN jitsi.esempio.it per il nostro server:

sudo sed -i 's/^127.0.1.1.*$/127.0.1.1 jitsi.esempio.it jitsi/g' /etc/hosts

Infine possiamo verificare che tutto sia stato applicato correttamente con i comandi:

hostname
hostname -f

Configurare il Firewall

Jitsi Meet richiede che sia consentito il traffico OpenSSH, HTTP e HTTPS insieme al traffico UTP imbound dalla porta 10000 alla porta 20000. Possiamo quindi modificare le regole del nostro firewall con i seguenti comandi:

sudo ufw allow OpenSSH
sudo ufw allow http
sudo ufw allow https
sudo ufw allow in 10000:20000/udp
sudo ufw enable

Quando verremo avvertiti che il comando potrebbe interrompere le connessioni ssh, inseriamo Y (yes) per confermare e poi premiamo Invio.

Aggiornare il Sistema

Per motivi di sicurezza e per migliorare le prestazioni del server, è necessario aggiornare il sistema Ubuntu all'ultima versione:

sudo apt update
sudo apt upgrade -y && sudo shutdown -r now

Potrebbe apparire un messaggio che ci informa del fatto che il file di configurazione grub è stato modificato durante l'aggiornamento. Dato che noi non siamo responsabili di questa modifica, possiamo selezionare l'opzione "Install the package maintainer's version" con la Freccia in su e poi premere Invio.

Dopo che il sistema sarà stato riavviato, possiamo eseguire nuovamente l'accesso con lo stesso utente e procedere con questa guida.

Installare i Pacchetti Richiesti

Per Jitsi Meet è necessario che sia installata il JRE (Java Runtime Enviroment) e la GNU Privacy Guard.

sudo apt install -y openjdk-8-jre-headless
sudo apt install -y gnupg

Una volta che il JRE di Open JDK 8 è stato installato, possiamo utilizzare questo comando per verificare che Java sia stata installata correttamente:

java -version

L'output dovrebbe essere simile a quello riportato di seguito:

openjdk version "1.8.0_171"
OpenJDK Runtime Environment (build 1.8.0_171-8u171-b11-0ubuntu0.18.04.1-b11)
OpenJDK 64-Bit Server VM (build 25.171-b11, mixed mode)

Infine possiamo impostare la variabile d'ambiente JAVA_HOME con il seguente comando:

echo "JAVA_HOME=$(readlink -f /usr/bin/java | sed "s:bin/java::")" | sudo tee -a /etc/profile
source /etc/profile

Installare Nginx

Per poter consentire un utilizzo ottimale di Jitsi Meet è opportuno installare il server web Nginx prima di installare Jitsi Meet, e una volta terminata l'installazione basterà avviarlo e infine abilitarlo:

sudo apt install -y nginx
sudo systemctl start nginx.service
sudo systemctl enable nginx.service

Non è necessario mettere mano alla configurazione Nginx dato che farà tutto Jitsi Meet automaticamente in fase di installazione.

Attenzione: in alternativa a Nginx è possibile anche installare Apache, in base alle proprie preferenze, verranno comunque configurati automaticamente poi da Jitsi. Se nessuno dei due è presente, l'installer di Jitsi Meet installerà automaticamente Jetty insieme al programma di Jitsi vero e proprio.

Installare Jitsi Meet

Su un qualsiasi sistema Ubuntu o Debian è possibile installare Jitsi Meet in modo molto semplice attraverso la repository ufficiale di Jitsi.

Come prima cosa installiamo quindi la repository ufficiale di Jitsi sul server:

cd
wget -qO - https://download.jitsi.org/jitsi-key.gpg.key | sudo apt-key add -
sudo sh -c "echo 'deb https://download.jitsi.org stable/' > /etc/apt/sources.list.d/jitsi-stable.list"
sudo apt update -y

Poi possiamo installare Jitsi Meet:

sudo apt install -y jitsi-meet

Durante l'installazione, quando ci verrà chiesto di inserire l'hostname, dovremmo inserire il FQDN che abbiamo impostato prima, ovvero jitsi.esempio.it, poi possiamo premere Invio.

Quando ci verrà chiesto invece cosa fare riguardo al certificato SSL, scegliamo di generare un nuovo certificato, con la possibilità poi di ottenere un certificato Let's Encrypt (Generate a new self-signed certificate (You will later get a chance to obtain a Let's Encrypt certificate). Una volta selezionata l'opzione corretta premiamo Invio.

Una volta terminata l'installazione di Jitsi Meet possiamo eseguire questo script per richiedere un certificato Let's Encrypt:

sudo /usr/share/jitsi-meet/scripts/install-letsencrypt-cert.sh

Durante il processo ci verrà chiesto di inserire un indirizzo email ([email protected], per esempio), poi potremmo premere Invio. Lo script si occuperò di gestire tutto quello che riguarda il certificato Let's Encrypt.

L'installazione è stata completata! Ora con il nostro browser possiamo navigare all'indirizzo http://jitsi.esempio.it/ oppure https://jitsi.esempio.it/ per accedere all'interfaccia di Jitsi Meet e avviare subito una nuova videoconferenza!

Conclusione

In questa guida abbiamo visto come installare e configurare Jitsi Meet su un server Ubuntu per creare il nostro sistema personale per videoconferenze utilizzando un software gratuito e open source.