Ambiente Virtuale virtualenv per Flask

Prerequisiti Per poter installare Flask è solitamente richiesto almeno Python 2.6. Anche se Flask e le sue dipendenze funzionano adeguatamente con Python 3, molte delle estensioni di Flask non supportano […]

Avatar di GB Factory
GB Factory 19 Gennaio 2022

Prerequisiti

Per poter installare Flask è solitamente richiesto almeno Python 2.6. Anche se Flask e le sue dipendenze funzionano adeguatamente con Python 3, molte delle estensioni di Flask non supportano ancora adeguatamente le ultime versioni. In alcuni casi quindi è consigliabile installare Flask con Python 2.7.

Installare virtualenv

virtualenv è il costruttore di ambienti virtuali in Python. Aiuta gli sviluppatori a creare diversi ambienti di sviluppo in Python contemporaneamente, in modo da evitare problemi di compatibilità tra le varie versioni delle librerie.

Per installare virtualenv possiamo eseguire il comando:

pip install virtualenv

Questo comando necessita dei privilegi di amministratore, quindi se lo esegui su Linux o Mac OS dovrai inserire sudo prima del comando. Su Windows basterà avere un terminale aperto da amministratore.

Creare un ambiente virtuale

Una volta installato possiamo subito creare una cartella per il nostro progetto:

mkdir progetto

E navighiamo all’interno della cartella:

cd progetto

Una volta all’interno della cartella creiamo un nuovo ambiente virtuale:

virtualenv venv

Attivare l’ambiente virtuale

Ora dobbiamo attivare il nostro ambiente virtuale, il procedimento varia in base al sistema operativo. Su Windows possiamo usare:

venv\scripts\activate

Mentre su Linux o Mac OS il comando è

venv/bin/activate

Installare Flask

Una volta attivato l’ambiente virtuale siamo pronti per installare Flask nel nostro ambiente:

pip install Flask

Attenzione: questo comando può essere eseguito anche al di fuori dell’ambiente virtuale, l’installazione verrà quindi eseguita per tutto il sistema e non sarà limitata all’ambiente.

Lezione Successiva